OLIMPIADI INVERNALI - 2014

Discipline
STORIA
La storia dello sci di fondo parte da molto lontano, quasi agli albori della civiltà. Utilizzato come mezzo di locomozione dalle popolazione nordiche per muoversi tra i ghiacci che per la maggior parte dell'anno coprivano le terre, si hanno fin dalla notte dei tempi iscrizioni e documenti che manifestano i più disparati usi della tecnica sciistica. Dalle battute di caccia, passando per il mero trasporto di uomini o merci, fino ad arrivare all'impiego sui campi di battaglia tanto che le cronache raccontano che, nel 1100 il re svedese Sverre vinse proprio una battaglia nei pressi di Oslo grazie all'utilizzo degli sci. Il primo episodio che documenta l'utilizzo dello sci di fondo per applicazioni agonistico-sportive risale al 1843: a Tromso, in Norvegia, si disputò la prima gara di questa disciplina. Le cronache dell'epoca raccontano che a vincere questa prima prova fu un lappone capace di percorrere 5 Km in soli 20 minuti. Risale invece al 1884 la prima prova di Fondo che si svolse sulla distanza di 200 Km: anche questa volta la gara venne vinta da un lappone, tale Lars Tourda, che tagliò il traguardo dopo ben 21 ore di marcia. Lo sdoganamento definitivo dello Sci di Fondo si ebbe però nel 1888: anno in cui il norvegese Fridtjoff Nansen, proprio con gli sci, compì la grande traversata dell'inesplorata Groenlandia. Nel 1924, con l'inclusione dello Sci di Fondo nelle discipline Olimpiche, questo sport venne ufficialmente riconosciuto e regolamentato dalla FIS (Federation Internazionale de Ski). Nel corso del tempo la disciplina si è evoluta in diverse specialità a tecnica libera o classica, individuali, a squadre o sprint, con partenza di massa o individuali a tempo sulle distanze più disparate. Nella storia di questo sport sono molteplici le imprese da ricordare per i colori azzurri, ma su tutte spicca l'edizione di Lillehammer 1994 chiusa con 2 ori di Manuela Di Centa, l'oro nella staffetta maschile in volata sui padroni di casa della Norvegia, oltre ad altri due argenti e quattro bronzi. FORMULA E GARE
Le gare di fondo avranno inizio sabato 8 febbraio con lo Skiathlon femminile e culmineranno nel gran finale rappresentato dalla 50km a tecnica libera maschile il 23 febbraio. Tutte le gare avranno luogo sulle pendici orientali del Caucaso nel Laura Cross Country and Biathlon Center. Si correranno a tecnica libera le Sprint maschili e femminili, la già citata 50 km maschile e la 30 km femminile. A tecnica classica si svolgeranno invece la 15 km maschile contro il tempo, la 10 km femminile contro il tempo e le gare Sprint a squadre. Consueta tecnica mista invece per le staffette 4x10 km maschile e 4x5 km femminile (due atleti a tecnica classica e due a tecnica libera) oltre che per lo Skiathlon, ultima evoluzione della gara ad inseguimento ed esordiente ai Giochi. Quest'ultima specialità prevede una prima frazione a tecnica classica (15km per gli uomini e 7,5 km per le donne) seguita da una seconda frazione a tecnica libera sulle medesime distanze. Rispetto al passato, in cui la prima frazione a tecnica classica era individuale contro il tempo e tra le due frazioni vi era una pausa di qualche ora o addirittura di un giorno, nello Skiathlon la prima frazione è sempre a tecnica classica ma con partenza in massa e la seconda frazione è una continuazione della prima con tanto di cambio ''volante'' degli sci e chiusura a tecnica libera. VANCOUVER 2010
Quattro anni fa in Canada furono Norvegia e Svezia a farla da padrone con i primi capaci di conquistare 5 ori e i secondi in grado di salire tre volte sul gradino più alto del podio. Protagonista assoluta fu la norvegese Marit Bjoergen, con tre ori conquistati tra gare individuali e a squadre. In campo maschile due ori a testa per Petter Northug, norvegese, e Marcus Hellner, svedese. Per l'Italia la spedizione fu salvata dall'argento di Pietro Piller Cottrer nella 15 km a tecnica libera vinta dallo svizzero Dario Cologna. Gli altri quattro allori olimpici in palio furono ad appannaggio del russo Kriukov nello sprint maschile, della svedese Kalla nella 10 km a tecnica classica, della polacca Kowalczyk nella 30 km a tecnica classica e del duo tedesco Sachenbacher-Nystad nella gara sprint a squadre.

FINALI DI GIORNATA

Finale   Ora
Sci di fondo:50 km tl mass start M 08:00
Bob:Bob a 4 M 12:00
Hockey ghiaccio M 13:00

AZZURRI IN GARA

Simone Bertazzo Bob
Roland Clara Sci di fondo
Francesco Costa Bob
Francesco De Fabiani Sci di fondo
Simone Fontana Bob
David Hofer Sci di fondo
Samuele Romanini Bob