OLIMPIADI INVERNALI - 2014

Discipline
STORIA
Questa disciplina, tra le più giovani del panorama dei Giochi Olimpici Invernali, è molto simile al pattinaggio di velocità. Originaria del Canada e degli Stati Uniti, venne presentata in modo ufficioso già alle Olimpiadi Invernali del 1932, introducendo le partenze in massa nella gare di pattinaggio di velocità. Sempre più seguito dal pubblico, dimostrazioni di Short Track si svolgevano anche al chiuso o all'interno di rinomati impianti come il Madison Square Garden di New York. Nel 1967 l'International Skating Union (ISU) riconobbe ed adottò a pieno titolo questo sport, anche se i primi eventi ufficiali arrivarono solo nel 1976. Nel 1981 venne organizzato il primo Campionato del Mondo di specialità. La prime medaglie olimpiche da assegnare in questa disciplina, arrivarono solamente nel 1992. Per molto tempo il Canada ha primeggiato in questo sport ma attualmente, visto il considerevole numero di praticanti, molte nazione asiatiche come la Cina, il Giappone e la Corea del Sud hanno raggiunto il livello dei maestri nordamericani. Momento che è passato alla storia dello sport grazie allo Short Track è stato l'oro dell'australiano Steven Bradbury nei 1000m a Salt Lake City nel 2002, quando si materializzò il primo titolo olimpico (invernale) di tutti i tempi per un atleta dell'emisfero australe; anche grazie ad un pizzico di fortuna, Bradbury approfittò di una serie di squalifiche e cadute dei rivali per raggiungere un risultato contro qualsiasi pronostico. In virtù della sua formula veloce, incerta e spettacolare, lo Short Track vive oggi un momento di grande popolarità. FORMULA E GARE
Lo Short Track contempla due tipologie di prova: la Gara Individuale e la Staffetta a Squadre (ogni team è composto da quattro pattinatori). Nella Gara Individuale un numero di 4/6 atleti si affrontano tra loro, il vincitore è colui che giunge prima al traguardo (nei primi turni, anche il secondo classificato passa alla fase successiva). Il sorpasso è consentito solo se nella manovra non viene arrecato alcun danno al sorpassato. Le distanze di gara, sia per il torneo maschile che per quello femminile sono le seguenti: 500 m, 1000 m, 1500 m e 3000 m. Nella staffetta maschile il percorso è di 5000 mentre in quella femminile le atlete gareggiano su una distanza di 3000 m. In totale, gli atleti ammessi alle gare che si terranno tra il 10 e il 21 febbraio all' 'Iceberg Skating Palace' di Sochi saranno 120: 60 donne e 60 uomini; ogni nazione potrà convocare un massimo di 5 atleti per ogni sesso. VANCOUVER 2010
In campo maschile, canadesi e sudcoreani si divisero le 4 medaglie d'oro in palio: 2 a testa, coi padroni di casa che trionfarono nell'evento a squadre. Poker cinese nelle gare femminili, cannibalizzate dalle asiatiche. Da segnalare il bronzo di Arianna Fontana (Italia) nella gara dei 500 metri, l'unico alloro europeo in questa disciplina nel 2010.

FINALI DI GIORNATA

Finale   Ora
Sci di fondo:50 km tl mass start M 08:00
Bob:Bob a 4 M 12:00
Hockey ghiaccio M 13:00

AZZURRI IN GARA

Simone Bertazzo Bob
Roland Clara Sci di fondo
Francesco Costa Bob
Francesco De Fabiani Sci di fondo
Simone Fontana Bob
David Hofer Sci di fondo
Samuele Romanini Bob