OLIMPIADI INVERNALI - 2014

Discipline
STORIA
Il pattinaggio di figura fa la sua comparsa per la prima volta nell'Olimpiade estiva di Londra nel 1908 e successivamente in quella di Anversa nel 1920. Anche se I primi campionati mondiali furono disputati nel 1896 esclusivamente per la prova maschile, mentre per quella femminile si è dovuto aspettare fino al 1906, il pattinaggio di figura divenne parte del programma olimpico invernale nel 1924 a Chamonix e la danza sul ghiaccio, disciplina di coppia, fece il suo esordio in un'Olimpiade solo nell'edizione di Innsbruck nel 1976. A livello internazionale l'attività agonistica viene organizzata e regolamentata dalla International Skating Union (ISU). In Italia, invece, questo sport ricade tra le discipline di competenza della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio (FISG). FORMULA E GARE
Il pattinaggio di figura prevede tre tipi di specialità: la prova individuale (maschile e femminile), la prova a coppie e la danza artistica. La gara individuale è composta da due fasi: il programma corto (o obbligatorio) e il programma libero. Nel programma corto, della durata di 2 minuti e 50 secondi, l'atleta è obbligato ad eseguire degli elementi richiesti come parte del programma. Nel programma libero, della durata di 4 minuti per la prova maschile e di 4 minuti e 30 secondi per quella femminile, l'atleta può eseguire tutte le figure artistiche a suo piacimento scegliendo anche la base musicale che non deve essere cantata. Il punteggio finale è dato dalla somma dei punti ottenuti nelle due singole fasi. Anche nel pattinaggio di coppia esiste un programma obbligatorio e un programma libero con qualche piccola differenza rispetto alle prove individuali. Infatti la prova obbligatoria dura solo 2 minuti e 30 secondi mentre quella libera dura 4 minuti e 30 secondi. Non sono previste delle figure fisse da effettuare ma esistono dei regolamenti precisi su cosa è permesso eseguire e sul numero massimo di elementi possibili da presentare. Infine la danza su ghiaccio è la specialità più spettacolare, infatti deriva dalla danza sportiva praticata nelle sale da ballo tradizionali. I danzatori, prima di ogni competizione presentano il proprio programma a cui vengono associati dei livelli di difficoltà; questo programma è composto da balli, alcuni obbligatori decisi dalla federazione, altri liberi che tuttavia devono presentare alcuni elementi tecnici. Il punteggio finale è dato dalla somma di: ''Skating Skills'', qualità della pattinata e velocità; ''Performance execution'', precisione di esecuzione dei movimenti, portamento e flessibilità; ''Timing and Interpretation of the music'' capacità di muoversi in conformità con il ritmo e il carattere della musica. Ogni nazione potrà schierare un massimo di tre atleti, numero stabilito in base ai risultati ottenuti nell'ultima edizione dei mondiali svolti a London (Canada) nel marzo 2013. Tutte le gare si svolgeranno nel Palazzetto dello Sport di Sochi dal 6 al 20 febbraio con il Gran Gala finale il 22. VANCOUVER 2010
Nell'ultima edizione disputata la Cina ha vinto un oro e un argento nel pattinaggio di figura a coppie con Xue-Hongbo e Qing-Jian mentre nella danza l'oro è andato alla coppia di casa canadese Virtue-Moir. Il singolo maschile ha visto trionfare l'americano Lysacek, solo argento per il fenomenale russo Pluishenko mentre nel femminile oro alla coreana Kim Yu-Na ed argento alla giapponese Asada. Lontanissima Carolina Kostner, che partiva tra le favorite ma arrivata solo sedicesima e incapace dunque di conquistare la seconda medaglia azzurra di sempre dopo il bronzo di Fusar Poli-Margaglio nella danza a Salt Lake City 2002.

FINALI DI GIORNATA

Finale   Ora
Sci di fondo:50 km tl mass start M 08:00
Bob:Bob a 4 M 12:00
Hockey ghiaccio M 13:00

AZZURRI IN GARA

Simone Bertazzo Bob
Roland Clara Sci di fondo
Francesco Costa Bob
Francesco De Fabiani Sci di fondo
Simone Fontana Bob
David Hofer Sci di fondo
Samuele Romanini Bob